Monday, 12 July 2010

Frenare un'emorrargia di naviganti


Questo grafico mostra il numero di "rimbalzi" che i visitatori del sito della Bicocca effettuano da una pagina molto particolare: quella delle Facoltà. Purtoppo, per ragioni storiche, gli studenti associano il corso di laurea al concetto di facoltà. Navigando sulla home page, ricercano le informazioni sui corsi cliccando proprio su facoltà e di lì abbandonano il sito affidandosi ai siti satellite.

Come evidenzia il popup dello screenshot, nei primi di luglio questa tendenza ha raggiunto livelli parossistici, con migliaia di visitatori ogni giorno ad abbandonare il sito dopo un click alla ricerca (vana) di informazioni sui corsi di laurea. Abbiamo quindi deciso di rivedere la pagina per tamponare l'emorrargia.

La prima cosa che abbiamo deciso è stato di conservare, in ogni caso, le informazioni che già prima erano presenti nella videata. Dunque, sede, preside e link al sito di Facoltà sono ancora al loro posto; per assicurare visibilità a tutte e otto in egual misura, abbiamo previsto un menu sulla destra. Il grosso della paginata è dedicato però all'elenco dei corsi di laurea, ben suddivisi per tipologia e corredati da un motore di ricerca interno.

Il risultato è eclatante: come mostra il grafico, nel giro di un giorno i rimbalzi sono crollati a zero.

3 comments:

AkiRoss' said...

Interessante... Quali sono le ragioni storiche?

A livello marginale, questo puo' anche far pensare che i siti delle facolta' siano pressoche' inutili! :D

Ma bisognerebbe fare un po' di statistiche anche li per poterlo dire.

Marco S. Nobile said...

Cito wikipedia: "Nel linguaggio parlato spesso la facoltà viene confusa con il corso di studi: in realtà gli studenti afferiscono non direttamente alle facoltà, ma ai corsi di laurea". E' vero, il 99% degli studenti non conosce la differenza (e non la conoscevo nemmeno io prima di iniziarea a lavorare quì).

I siti delle Facoltà non sono certamente inutili (a parte casi particolari), ma solo successivamente all'immatricolazione.

Gli studenti "incoming" cercano principalmente l'offerta didattica (ovvero, cosa si può studiare), con le informazioni sugli insegnamenti e gli sbocchi, eventualmente le informazioni sui numeri programmati, date e costi. Tutta roba che sta da "noi" e non sui siti di Facoltà.

Questo, purtroppo, snaturava la navigazione, rendeva difficoltoso il reperimento delle informazioni, e quindi ecco giustificati i cambiamenti.

Anonymous said...
This comment has been removed by a blog administrator.